Famiglie Francescane

Presento in anteprima una panoramica dei Francescani nelle loro articolazioni storiche e attuali.

La Famiglia francescana, nella sua globalità, accoglie uomini e donne – frati e sacerdoti, suore e laici – che ispirano la propria vita e i propri ideali al progetto evangelico di San Francesco di Assisi, il quale fu chiamato dal Signore a realizzare una straordinaria esperienza di impegno cristiano. Tutti «in modi e forme diverse, ma in comunione vitale reciproca» (Regola OFS,1).

Fin dalle origini, all’inizio del XIII secolo, la Famiglia francescana si struttura in una triplice articolazione dinamica (Primo ordine, Secondo ordine, Terzo ordine), come rappresentato nello schema seguente:

Il Primo ordine accoglie soltanto uomini (frati), il Secondo ordine soltanto donne (suore), il Terzo ordine comprende uomini e donne viventi nel secolo o in fraternità.

Nati in un contesto carismatico, i tre Ordini francescani realizzano gradualmente la sistemazione giuridica e organizzativa. Il primo, l’Ordine dei frati minori (oggi tripartito), è guidato dalla Protoregola del 1209 e dalla Regola bollata del 1223; il secondo, l’Ordine delle Povere Dame o Clarisse, all’inizio deve accettare la regola benedettina; il terzo, l’Ordine dei penitenti, rientra nella normativa canonica in vigore nella chiesa, personalizzata nel Memoriale propositi del 1221. Molto presto alcuni Penitenti francescani, singoli e fraternità, scelgono spontaneamente uno stile di vita più impegnativo con la professione dei consigli evangelici (= Terzo ordine regolare di S. Francesco).

Costante è stata, nel corso dei secoli, l’evocazione delle origini e la verifica della propria fedeltà attraverso il riferimento al serafico Padre fondatore, alle sue intenzioni ispirate dal Signore. Una ricca letteratura, di indole storica e agiografica, riecheggia la storia sofferta e vivace che ha scandito difficoltà esistenziali e glorie apostoliche della triplice Famiglia francescana. Alle fonti narrative dobbiamo aggiungere quelle diplomatiche e quelle legislative.

La naturale evoluzione dei tre Ordini, richiesta dalle mutevoli condizioni socio-ecclesiali, ha imposto al trittico francescano una frequente ridefinizione della propria identità confrontata con la grazia delle origini e con l’appello sia dei luoghi diversi che dei tempi mutevoli.